L’ANGELO FIL: IL REGALO DI NATALE 100% SOLIDALE

Il più cercato del 2016 e da subito il più venduto sul portale dei regali solidali italiani è Fil, un angioletto realizzato in filo argentato dal personale disabile dei laboratori lavorativi di una cooperativa sociale Futura di San Vito al Tagliamento.

Il più amato e il più cercato dei regali solidali: è Fil, l’angioletto portafortuna realizzato dai ragazzi disabili di una cooperativa sociale di produzione di San Vito al Tagliamento (Pordenone). Un vero e proprio progetto pensato per far lavorare persone in difficoltà, ma anche per diffondere un messaggio di solidarietà e comunità. In altre parole, con Fil si concretizza il famoso motto “si può fare!” di Jene Wilder: oltre 3mila pezzi venduti fino a oggi, una cinquantina solo nei primi dieci giorni di vendita nel portale dei Regali Solidali Geneticamente Diverso.

“Per la sua peculiarità, – spiega la progettista Patrizia Geremia della cooperativa sociale Futura – Fil è realizzato con un unico filo che si piega e si attorciglia su se stesso creando aureola, ali e arti, non è proprio semplice riprodurlo perchè ci vuole una discreta manualità e un buon senso della misura, della forza da applicare e del senso delle proporzioni. Qui è entrata in gioco la capacità del nostro tecnico, Dario Geromin, che con tanta pazienza ha studiato l’angioletto in ogni dettaglio, defindendo gesti e passaggi e costruendo dime e schemi di produzione così semplici da rendere Fil un lavoro possibile per i nostri ragazzi! Ognuno con la sua capacità mette in piedi un pezzo di Fil che con il suo unico filo, e grazie al suo unico filo, cresce con il contributo di tutti e ci lega e unisce per un unico scopo, essere una comunità unita e solidale. Non’è meraviglioso?”.

Per realizzare Fil, quindi, è stato messa in piedi una sequenza di passaggi semplificati che consentono di trasformare un oggetto di artigianato in un oggetto da produrre su larga scala. Solo così, infatti, è possibile dare lavoro a tante persone e creare realtà capaci di stare sul mercato e al tempo stesso sviluppare una nuova idea di impresa basata su valori di comunità e integrazione sociale che non lascia indietro nessuno, sia che si tratti di persone disabili sia che comprenda svantaggi economici o di varia natura.

Il mercato ha risposto da subito molto bene: “In realtà non ci aspettavamo tanto interesse: – spiega Francesca Furlan, responsabile del negozio di regali solidali di Futura – Fil ha un’utilità soprattutto simbolica ed emotiva, è un piccolo portafortuna che può essere appeso o conservato ovunque. È stato scelto anche come bomboniera, soprattutto per i battesimi e le comunioni dove le mamme lo hanno voluto quasi come moltiplicatore della protezione data dall’angelo custode”. La buona accoglienza da parte della clientela e ha dato il via alla creazione di altri prodotti: un grande angelo del focolare in ceramica e legno e delle piccole sagome sempre di angioletto da appendere all’albero di Natale o da donare o con cui accompagnare altri regali.

Fil, e i tanti regali solidali in vendita, sono la prova di come le persone non vogliano acquistare solo degli oggetti, bensì cerchino con le loro scelte di contribuire al miglioramento della vita quotidiana e di sentirsi parte attiva di questa particolare comunità (indefinita e senza confini) che vede nella solidarietà e nella collaborazione il nuovo modello di crescita e progresso.

About Giovanna De Caro

Giovanna De Caro has created 131 entries.

Posta un commento