PERCORSI MUSICA&MOVIMENTO

La Musicoterapia è una disciplina scientifica che ha come obiettivo quello di instaurare una relazione terapeutica stabile tra musicoterapeuta e persona attraverso il canale non verbale e l’uso del canale corporeo-sonoro-musicale con l’obiettivo di far acquisire alla persona nuove modalità di comunicazione ed espressione con se stesso, il nucleo familiare, il mondo esterno al fine di migliorare la qualità di vita del paziente”, R. Benenzon, 1997

La Musicoterapia è l’uso della musica e/o dei suoi elementi (suono, ritmo e armonia) per opera di un musicoterapista qualificato in un processo che ha l’obiettivo di facilitare e promuovere la comunicazione, le relazioni, l’apprendimento, la mobilizzazione, l’espressione, l’organizzazione e altri obiettivi terapeutici per rispondere a bisogni fisici, emotivi, mentali e sociali. La tipologia utilizzata è la musicoterapia attiva che è maggiormente connotata in senso corporeo in quanto è la persona che usa gli strumenti musicali come elementi comunicativi. In questo approccio l’elemento musicale rappresenta il linguaggio che la persona non può avere (o non ha) e gli permette di dar voce alle proprie emozioni e al proprio essere. Questo utilizzo della musica si prefigge infatti, di attivare processi relazionali non verbali a contenuto emotivo, impiegando l’elemento sonoro-musicale come modalità espressiva. Il suono e la musica diventa, così, un mediatore relazionale oltre che comunicativo.

Finalità:

Sviluppare potenziali e/o riabilitare funzioni dell’individuo per ottenere una migliore integrazione sul piano intra/interpersonale e una migliore qualità della vita attraverso la prevenzione, la riabilitazione o la terapia.

Obiettivi:

  • Sviluppare la capacità di coordinare orecchio–occhio–mano, orecchio–occhio–piede;
  • Stabilire un contatto interpersonale (scoperta dell’altro-da-me, capacità di aspettare);
  • Integrazione psicocorporea;
  • Promuovere esperienze di ascolto;
  • Promuovere capacità di modulazione in relazione allo spazio.

Modalità:

Possiamo distinguere in due tipi di sedute, di gruppo e sedute individuali:

  • Sedute di gruppo: il gruppo permette di situarsi in rapporto con gli altri, mettendo in evidenza le reazioni e le difficoltà individuali; confrontarsi ed essere stimolati a una maggiore presa di coscienza di sé; a una osservazione e alla critica analitica. Il “mettersi in gioco” ogni volta, spinge a una maggiore espressione individuale. In questo modo è opportuno creare un setting dove il “piccolo gruppo” sia “omogeneo” per rendere più facile condurre secondo l’obiettivo voluto, ma allo stesso tempo “eterogeneo” per ridurre il giudizio di capacità propria e quindi una maggiore classificazione.
  • Sedute individuali: il paziente diviene vero e proprio protagonista, è portato a sentire, comprendere, creare, senza coercizioni, libero di scegliere lo strumento che per lui in quel momento è più significante, comunicare con se stesso e agli altri ritmo, timbri, melodie, volumi in cui si sente bene, con una esperienza di sé globale.

Destinatari:

Piccoli gruppi di 3/4 utenti oppure singoli utenti.

Tempi:

45 minuti a seduta (+ 15 minuti di trascrizione dati e seduta).

Strumenti:

Dotazione base dello strumentario Orff e di tappeti e cuscini.

Chiara_Gaino

Conduttrice: Chiara Gaino, nata a Spilimbergo nel 1988, è educatrice presso la Cooperativa Sociale Itaca. Laureata in Scienze psicologiche della personalità e relazioni interpersonali con indirizzo psicologia di personalità, ha frequentato poi il Corso triennale di formazione in Musicoterapia presso l’Associazione Regionale Musicoterapia del Friuli Venezia Giulia Il Flauto Magico A.R.TE.M. presso la sede di Udine, dove ora ne è tesista.
Nel 2013 ha completato il V° ciclo di Musicoterapia Didattica secondo il modello Benenzon, percorso formativo che insegna a utilizzare tecniche non verbali secondo il Modello Benenzon con l’obiettivo di convertirle in mediatori della comunicazione con l’altro essere umano.
Durante il 2014 ha promosso un Laboratorio di musicoterapia attiva per disabili non vedenti e ipovedenti, individuale e gruppale, Progetto finanziato dal Coordinamento Socio-Sanitario dell’A.S.S. n.6 nell’ambito degli interventi programmati di terapie non verbali per ipo e non vedenti.
Nel 2015 la collaborazione tra la Scuola di Musica G. Fano di Spilimbergo e l’istituto scolastico di Spilimbergo per l’attuazione di un corso di aggiornamento rivolto ad insegnanti riguardante l’utilizzo dell’elemento sonoro e della musicoterapia nelle classi primarie.

PER RICHIEDERE IL CORSO

Costi: € 951,60 iva 22% incl. (€ 780,00 + iva 22%)
Rimborso spese per trasferte superiori ai 25 km.
Il laboratorio e il relativo costo sono riformulabili in base alle esigenze del richiedente.

Per info: Marco De Sibio, referente Percorsi Musica&Movimento Futura Cooperativa Sociale Onlus, San Vito al Tagliamento (Pn) t. 0434 875940

Scarica il pdf

TUTTI I NOSTRI CORSI

Laboratorio di Danzaterapia Laboratorio di Biomusica Laboratorio EspressiVITA Laboratorio di Biodanza